No! No! No!

Quando sei piccolo, puoi avere AMORE. Si potrebbe anche voler baciarsi a vicenda!

Quando diventi un adolescente, ti senti come se ti prendessi le mani e ti coccoli.

Puoi amare i tuoi genitori, amici, e anche il tuo cane o gatto molto… ma essere innamorati è qualcos’ altro.

Essere innamorati è un sentimento molto forte per una persona particolare. Troviamo questa persona più bella e interessante delle altre. Pensiamo spesso a questa persona, e quando la vediamo, il suo cuore comincia a battere più velocemente.

L’ amore a volte è reciproco e a volte no. Quando l’ amore non è reciproco, può farti triste per un po’ di tempo, ma tu lo superi sempre!

Quando sei davvero alto, vuoi AME, perché è molto piacevole… a condizione che entrambe le persone lo vogliano tanto quanto l’ altro!

Fare l’ amore è fare sesso con qualcuno che ami. È un modo di condividere un momento molto forte tra due persone.

Per fare l’ amore, devi:

che entrambe le persone vogliono;

che entrambe le persone sentono il desiderio reciproco (quando la persona che amiamo ci tocca, sentiamo un calore molto piacevole);

che entrambe le persone si sentono pronte ad avere rapporti sessuali;

in alcuni paesi, entrambe le persone devono aver raggiunto l’ età legale del consenso.

Per scoprire se sei pronto ad avere rapporti sessuali, puoi provare a parlare di sessualità con il tuo amante guardandolo proprio negli occhi. Se non riusciamo a farlo, potrebbe essere ancora troppo presto….

A volte si può sentire che qualcuno ti sta guardando molto, e che sono davvero interessati a te.

È molto piacevole, soprattutto se ti piace un ragazzo o una ragazza!

Si chiama SEDUZIONE.

La seduzione è una sorta di gioco in cui una persona cerca di suscitare attrazione e sentimenti in un’ altra persona. È possibile sedurre qualcuno con gesti, parole o apparenze.

Alcune persone si sentono molto a proprio agio con la seduzione, altre meno.

A volte si può sentire che qualcuno più vecchio di te ti sta guardando molto, e che sono davvero interessati a te.

Potrebbe essere il fratello maggiore o il padre di un amico, un vicino di casa….

È piacevole e imbarazzante.

Un uomo alto che sperimenta il desiderio fisico e sessuale di un bambino è chiamato PEDOPHILE.

Un pedofilo è una persona pubescente, sessualmente attratta da una persona non-pubescente.

I pedofili possono essere adolescenti o adulti, uomini o donne.

Alcuni sono attratti solo dai bambini, altri dai bambini e anche dagli adolescenti o dagli adulti.

Lui/lei può farti sentire a disagio, guardandoti troppo spesso, cercando di baciarti al collo o accarezzando la schiena.

E’ davvero strano, e non molto piacevole!

Così facendo, non rispetta la tua INTIMITÀ.

La privacy è uno spazio personale che desideriamo proteggere dallo sguardo e dai gesti altrui.

Le parti intime del corpo sono il sesso, le natiche e nelle grandi ragazze il torace. Ma si può anche sentirsi a disagio se qualcuno tocca le cosce, lo stomaco o qualsiasi altra parte del corpo.

Se qualcuno vuole vedere il corpo nudo, può farti scomodo. E’ normale, quel sentimento è chiamato modestia. E’ necessario proteggere la propria nudità, non voler mostrare certe parti del proprio corpo.

Tutti devono rispettare la privacy e la modestia altrui.

Si infastidisce e fa male ancora di più quando viene da qualcuno che ami e fidati.

Quando si tratta di qualcuno in famiglia, si chiama INCESTE.

Fa male, ti senti imbrogliato, e vergogna che non hai visto nulla prima.

L’ incesto è il desiderio sessuale di un membro della famiglia: un genitore per il figlio, un fratello, una sorella, un nonno, uno zio o una zia.

L’ incesto su minori è vietato dalla legge. Solo perché qualcuno è la tua famiglia e ti ama non significa che hanno il diritto di fare cose sessuali con te.

A volte è difficile riconoscerli, soprattutto quando sei sempre stato sottoposto a questi atti, ed è spesso molto difficile parlarne, perché dà la sensazione di accusare qualcuno che ami.

Ma non è il tuo posto per vergognarti! È suo/le!

Tutti i rapporti d’ amore tra un bambino e un adulto o adulto sono vietati dalla legge!

E’ assolutamente necessario dire: No! No! No!

La legge è un insieme di regole che tutti devono rispettare: non uccidere, non rubare…

Le leggi sono utilizzate per proteggere l’ uomo, gli animali o la natura.

Esistono leggi universali che si applicano a tutti gli esseri umani, come la Convenzione internazionale sui diritti del fanciullo, che obbliga ogni essere umano a rispettare e proteggere i bambini. Ad esempio, proibisce a chiunque di costringere un bambino ad avere rapporti sessuali.

L’ adolescente o l’ adulto può provare a MANIPULarti suscitando la tua curiosità: non vuoi sapere come si prova a baciare con la lingua?

No! No! No! Non con voi!

Manipolare significa spingere qualcun altro ad accettare o a fare qualcosa per il proprio piacere. Il malintenzionato manipolatore cercherà di confondere le vostre idee, in modo che non sappiate troppo di ciò che è giusto e sbagliato, ciò che è per il vostro bene proprio e ciò che piace a lui.

Se vi sentite obbligati a fare qualcosa, ma in fondo sapete che non è giusto e che vi farà male, non fatelo.

A volte, l’ adolescente più anziano o adulto può provare a mostrarvi immagini PORNOGRAFICHE, che shock e eccitare.

Si potrebbe voler dire di sì, perché sei davvero curioso di vedere… ma si deve resistere, perché ti renderebbe scomodo e male.

A volte è molto allettante guardare foto e video pornografici.

Si può anche credere che le persone fanno l’ amore come questo nella realtà.

Nei film e nelle serie televisive, sono attori che interpretano ruoli, che simulano le emozioni. Nel porno, è la stessa cosa. Sono attori che fingono di fare un atto sessuale per la macchina fotografica, senza piacere, senza tenerezza, simulando le loro sensazioni. Non è amore e non è così che le persone fanno l’ amore!

Nella vita reale, prendiamo il nostro tempo prima di mostrarci nudi, prendiamo il tempo di accarezzarci e scoprire i corpi degli altri, facendo l’ amore è tenero, piacevole e dolce. I partner si rispettano a vicenda, parlano tra loro, si scambiano carezze e baci.

Anche se giura altrimenti, ciò che quella persona sta cercando di fare con voi non è chiamato amore, si chiama INFRENZIAMENTO SESSUALE. Ed è vietato.

Gli adulti lo sanno e non dovrebbero mai sentirsi autorizzati a farlo ad un bambino.

La legge punisce i reati sessuali, siano essi commessi contro bambini o adulti.

In Francia, ad esempio, è vietata:

per mostrare immagini sessuali di bambini;

mostrare un gesto sessuale infantile;

toccare un bambino sulle parti intime del suo corpo, anche se dice di essere d’ accordo;

costringere qualcuno a fare cose sessuali, anche attraverso la manipolazione, l’ intimidazione o il dominio;

Se avete più di 15 anni, intrattenete rapporti sessuali con persone di età inferiore ai 15 anni, anche se sono d’ accordo.

Sempre, sempre, sempre, sempre, sempre parlare di questo con gli adulti!

Anche se ti promette di mantenere il SEGRETO, se ti minaccia, se ti piange o ti chiede: devi parlarne!

A volte, la persona che tocca un bambino in luoghi privati sul corpo, perché sa che è proibito, può chiedere al bambino di non dire a qualcun altro.

Devi conoscere la differenza tra segreti buoni e cattivi.

Un buon segreto rende felice un amico (parare una festa di compleanno per un amico…) o conserva la sua privacy (giardino segreto); un segreto cattivo ti rende infelice e isolata (non dire che qualcuno ti colpisca…)

TALKING è davvero molto difficile, ci vuole un sacco di coraggio… ma tutti i bambini hanno quel coraggio, anche voi, vi assicuro!

TALKING è l’ unico modo per fermare chi fa male a voi e forse anche ad altri bambini più piccoli.

A volte è difficile sapere se un gesto sia normale o proibito. Se vi sentite profondamente dentro di voi che un gesto vi ha fatto sentire a disagio, parlarne.

Per parlare, è necessario prima di tutto sapere con chi parlare. Puoi parlare con qualcuno di cui ti fidi: un insegnante, i tuoi genitori, tuo zio, un nonno, un medico, un poliziotto…

Alcuni adulti possono non credere ai bambini, e a volte anche chiamarli bugiardi. Non essere scoraggiato, e andare ad altri adulti, fino a quando non si trova colui che vi crederà.

Se si confida in un adulto che non vi ascolta o non reagisce correttamente, è possibile chiamare il NUMERO DI ACCENSIONE del proprio paese.

In quasi tutti i paesi del mondo c’ è un numero verde per parlare con un adulto fidato.

Potete chiamare per parlare di qualcosa che vi è successo, o qualcosa che è successo a un bambino che conoscete chi ha bisogno di aiuto.

Cliccando qui trovate il vostro numero di paese (qui si apre una nuova finestra).

A volte gli adulti fingono di essere adolescenti su Internet, imitando molto bene il loro modo di parlare e di pensare.

Utilizzano nomi e foto falsi. Chiunque sarebbe colto!

Pertanto, non dovete mai fornire informazioni personali su Internet.

Internet è fantastico, è un ottimo modo per imparare tante cose!

E’ anche un luogo in cui pensi di essere sicuro, perché sei dietro uno schermo. Purtroppo, però, ci sono molte persone non intenzionali su Internet ed è spesso difficile individuarle.

Per evitare insidie senza il consenso dei vostri genitori:

non dare mai il cognome;

non indicare mai il proprio indirizzo;

non dare mai il nome della tua scuola;

non dare mai la password;

non inviare mai foto o video di te o dei tuoi amici;

non accendere mai la webcam;

Non confidare i tuoi segreti, non rivelare la tua privacy.

Nessuno ha il diritto di mettere su Internet una foto o un video di te senza che tu lo sappia e lo accetti prima.

Nessuno ha il diritto di ricattarvi:”Se non fate quello che chiedo, vi mostrerò a tutti questa immagine di voi, vi dirò quello che mi avete detto…”.

Le leggi si applicano anche su Internet. Ad esempio, dire cose sessuali o mostrare immagini sessuali a un bambino è vietato in strada, a casa e anche su Internet!

La maggior parte delle persone intorno a voi vogliono che tu sia buono, e non ti fanno mai male.

Ma alcune persone, della vostra età o più anziane, possono cercare di trarre vantaggio dalla vostra inesperienza imponendovi i loro desideri.

Se questo accade a voi, non è il vostro posto per vergognarsi, è il loro posto per vergognarsi!

Devi dire forte e chiaro, senza esitazione: No! No! No!

Quando possiamo dire Sì?

Si può dire SI quando si è d’ accordo, quando ci si sente sicuri e si vuole veramente.

Si può dire SI quando ci si sente rispettati, e quando ci si sente liberi di dire NO in qualsiasi momento, se ci si sente a disagio perché le cose si muovono troppo velocemente.

Si può dire SÌ quando sei davvero felice di dire SÌ.


Questa storia vi viene offerta dall’ Associazione Une Vie®.

Testi di Sébastien Brochot.

Illustrazioni di Luc Desportes.

Grazie ad Ève Pilyser (psicologo clinico, psicoanalista junga, membro della Société Française de Psychologie Analytique, membro dell’ Association des Psychanalysstes et Psychothérapeutes Jungiens) e a Cécile Miele (psicologo e sessologo presso il Centre Ressource pour Intervenants auprès d’ A.).


Questa pagina è stata tradotta automaticamente nella tua lingua. Ci scusiamo per gli errori ortografici e di vocabolario.


Aiutaci ad aumentare la consapevolezza!